salta al contenuto

Il Dirigente Amministrativo

Materie ed attività di competenza

Con la legge 142/90 è stata operata la distinzione tra funzioni di indirizzo e controllo, rimesse agli organi politici, e funzioni di gestione, affidate ai dirigenti.

Al dirigente sono attribuiti gli atti di gestione e di amministrazione del personale.

Le funzioni e la responsabilità dirigenziale nell’ambito della P.A., per effetto della privatizzazione del rapporto di p.i., si configurano diversamente da come venivano in precedenza disciplinate dal legislatore.

La valorizzazione della funzione dirigenziale ha lo scopo di rendere efficiente l’attività della P.A.: attraverso la flessibilità dell’organizzazione privatistica si vuole perseguire la funzionalità della struttura.

La dirigenza costituisce la leva del cambiamento, in quanto l’introduzione graduale di valori improntati ad un sistema di qualità, tende a favorire nuovi comportamenti in una logica di qualità del servizio giustizia che costituisca un punto di rottura con la logica conservatrice del passato.

Nell’amministrazione giudiziaria la dirigenza è un concetto complesso che coinvolge il magistrato capo ufficio ed il dirigente amministrativo.

Col D.L. 240/2006 sono state individuate le competenze dei magistrati capi e dei dirigenti amministrativi degli uffici giudiziari.

Il dirigente amministrativo è nominato funzionario delegato per le spese di giustizia.

L’art. 4 del precitato decreto prevede che entro il 15 febbraio di ciascun anno il magistrato capo dell’ufficio ed il dirigente amministrativo ad esso preposto redigano, tenendo conto delle risorse disponibili ed indicando le priorità, il programma delle attività da svolgersi nel corso dell’anno, in coerenza con l’atto di indirizzo del Ministro della Giustizia.

La dirigenza è oggi valutata , a livello periferico o centrale, sulla capacità di realizzare, gli obiettivi contenuti nell’atto di indirizzo del Ministro.

Il Dirigente è chiamato pertanto ad avere una visione d’insieme della complessa organizzazione dell’ufficio anche nella prospettiva di ricercare soluzioni innovative, di snellimento di procedure ridondanti e di migliore allocazione delle risorse disponibili.

Altre informazioni

Posto vacante dal 1/12/2018

Funzionario delegato alle spese di Giustizia: Direttore Antonio Alemanno